Archivi tag: pietro da talada

La Garfagnana editrice e i suoi libri al 29° Salone Internazionale del Libro di Torino

tralerighe-salonelibroTorino2016

La Garfagnana editrice e i suoi libri al 29° Salone Internazionale del Libro di Torino

 

Il 29° Salone Internazionale del Libro di Torino si svolgerà a Lingotto Fiere da giovedì 12 a lunedì 16 maggio 2016 e il tema conduttore di questa edizione è quello delleVisioni.

Il Salone con questo vuol dare ospitalità alle esperienze di chi ha la capacità di guardare lontano, di darsi e vincere sfide che sembravano impossibili, di lavorare nel futuro e per il futuro attuando progetti forti, basati su una conoscenza vera. Ma anche sul patrimonio letterario, artistico e filosofico che costituisce la nostra identità culturale, e dunque nell’indispensabile saldatura tra cultura scientifica e cultura umanistica.

Per questo Lucca e la Toscana non potevano mancare. Per il sedicesimo anno consecutivo sarà possibile trovare i libri di Tra le righe, della Garfagnana editrice e incontrare gli ebook di Argot allo stand D68 al padiglione 1.

Per cinque giorni autori da tutta Italia avranno il proprio spazio nel contenitore culturale più importante del nostro paese e potranno incontrare altri autori e confrontarsi sulla necessità di fare libri come pietre d’angolo.

Ecco la Visione di Tra le righe, che con gli altri marchi editoriali del gruppo lucchese, porterà al salone dieci novità editoriali. Tra queste i saggi su Pessoa e il difficile confine tra genialità e follia di Stefano Lattari; su Primo Levi e la necessità di creare nuovi linguaggi per raccontare la Shoah di Caterina Frustagli; e ancora “Pietro dei Colori” il libro che Normanna Albertini ha scritto ricostruendo la vita di Pietro da Talada; e poi ancora “Fame di guerra le ricette del poco e del senza” di Simonetta Simonetti, il diario di un prigioniero italiano degli inglesi tra il 1940 e il 1946 di Angela Giannitrapani, i “Materiali Resistenti” di Prospektiva cinquantotto, un libro sulla vita di una partigiana francese in Italia di Virginio Monti, il monumentale libro con 108 testimonianze di guerra vissuta di altrettanti anziani curato da Tommaso Teora.

Saranno tante le novità allo stand D68 nel quale sarà possibile acquistare libri ricevendoli in buste del pane con su scritto proprio: Libri come pane. Perché i libri sono veramente necessari come il pane.

Lunedì 16 maggio spazio anche ai festival letterari. Alle ore 13 in sala Avorio si terrà infatti la presentazioni dei programmi dei Festival 2016 con Andrea Giannasi, Massimo Lerose, Gianluca Pitari, Piero Pacchiarotti e molti amministratori dei territori. Dal festival della Letteratura per ragazzi che si svolgerà a Gallicano (Lucca) dal 18 al 21 maggio; al Leggere Gustando (Castiglione di Garfagnana 8/9/10 luglio); Tra le righe di Barga (14/15/16/17 luglio); Festivaletteratura di Calabria (29/30/31 luglio); Terracina Book festival (9/10/11 settembre); Un mare di Lettere a Civitavecchia ( 30 settembre 1 e 2 ottobre); Garfagnana in Giallo (24/25/26/27 novembre). Gli eventi rientrano nel progetto Città del libro del Ministero dei Beni culturali e del Centro per il libro e la lettura.

Al Salone del libro il focus internazionale sarà dedicato alla letteratura dei Paesi Arabi. Mentre verranno celebrati tanti anniversari: da Shakespeare e Cervantes fino a Natalia Ginzburg. Saranno presenti oltre 1000 editori provenienti da tutta Italia e sono attesi – come nelle precedenti edizioni – oltre 300.000 visitatori.

Tra le righe, della Garfagnana editrice e Argot vi aspettano dal 12 al 16 maggio allo stand D68 Padiglione 1.

Info per venire al Salone come visitatore, con le scuole, per gli accrediti professionali, è possibile averle visitando il sito www.salonelibro.it

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Normanna Albertini ospite in Senato con “Sulle spalle delle donne”

Successo al Senato per il libro “Sulle spalle delle donne” di Normanna Albertini edito da Garfagnana editrice

normanna-albertini-roma-garfagnana-editrice

E’ stata una festa delle donne differente per la scrittrice Normanna Albertini che ha presentato il proprio libro “Sulle spalle delle donne” (Garfagnana editrice) in Senato a Roma con le senatrici Anna Finocchiaro, Maria Teresa Bertuzzi e Leana Pignedoli.
Durante l’evento in sala Nassiriya l’autrice ha letto alcuni brani e trovato conclusioni che legano la donna alla terra, all’ancestrale bisogno di maternità e di continuità, tra gesti tramandati e ripetuti nei secoli, di antichi saperi e rinnovati sapori. “Non so perché, né da dove le fossero giunti – leggiamo nel suo prezioso libro – ma mia nonna Eva aveva due vasi di oleandri che, con i primi freddi, finivano al riparo in uno scantinato della ‘casa vecchia’, insieme al sedano, accuratamente levato dall’orto e interrato in un mastello riempito di sabbia, così da conservarsi – bianco e turgido – per l’inverno. I cavolfiori e le verze, al contrario, come teste dormienti di creature silvane – elfi o folletti – restavano nell’orto; le rugose verze, bollite con le ossa del maiale e il riso, sarebbero diventate, nei mesi seguenti, un ottimo piatto invernale. Che poi, se ci aggiungevi l’uovo sbattuto con un bel po’ di parmigiano grattugiato (la tridüra), il sapore guadagnava indicibili vette di piacere”.
Nel suo intervento Normanna Albertini ha parlato di terre di crinale sugli Appennini tra la Garfagnana e il reggiano, tra genti in movimento, transumanti e con identiche tradizioni. Le castagne come il pane e poi la vacca nella stalla, il mulo come mezzo di trasporto e la fatica delle donne che hanno sulle spalle la vita di un’intera famiglia.
I racconti sono quelli di una bambina che cresce in un ambiente contadino dove non si buttava via nulla e dove l’arte del riciclo e del riuso è arte di vita.
Un successo dunque per Normanna Albertini e per la Garfagnana editrice con una novità. La scrittrice reggiana, esperta del pittore Pietro da Talada sta per uscire in libreria con la riedizione del bellissimo libro “Pietro dei colori”, che edito da Tra le righe libri, sarà presentato a maggio al Salone Internazionale del libro di Torino.
La presentazione del libro in Senato a Roma rientrava nel programma ‘Donne di terra e di orizzonti, Agricoltura tra tradizione e innovazione’ organizzato dalla vicepresidente della commissione Agricoltura Leana Pignedoli. Erano presenti imprenditrici da tutta Italia e i vertici femminili di CIA e altre realtà associative in ambito nazionale.
L’iniziativa era coordinata dalla senatrice Maria Teresa Bertuzzi, capogruppo Pd in commissione Agricoltura e le conclusioni sono state affidate ad Anna Finocchiaro.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Un semplice caso d’omicidio

 

pierotti-copertina2

Sono gli anni dell’immediato dopoguerra in un paese della Garfagnana: Trassilico. Gli abitanti cercano di ritrovare la serenità necessaria per ricominciare a vivere. Il lavoro nei boschi, alla teleferica, o nei campi per un magro raccolto, assieme al recupero di antiche tradizioni come “Il maggio”, servono anche per dimenticare le sofferenze che l’aver vissuto sulla Linea Gotica ha procurato. Il ritrovamento del corpo senza vita del giovane Oreste, rimette in crisi il fragile equilibrio faticosamente raggiunto. È il maresciallo Tiberio Bertini, di Gallicano, che deve risolvere quello che appare come un semplice caso d’omicidio. La realtà, come sa bene anche il maresciallo, è sempre diversa da come appare a prima vista. Accompagnato dalla moglie, che approfitta dei viaggi del marito verso il paese dai panorami incantevoli, per addolcire le amarezze di un matrimonio che si sta logorando, mette a nudo i conflitti e le miserie che affliggono anche una comunità così piccola. La presenza notturna di un essere malefico, annunciatore di morte, contribuisce a turbare gli animi, ma non Tiberio, che troverà il colpevole, anche se avrebbe preferito non farlo.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Normanna Albertini presenta Pietro da Talada

Normanna Albertini presenta Pietro da Talada il pittore autore del trittico di Borsigliana (dal saggio “Pietro da Talada” Garfagnana editrice)

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Pietro da Talada sbarca alla Columbia University

Pietro da Talada sbarca alla Columbia University
svelando un mistero
A Modena la conferenza stampa poi le rivelazioni sul maestro del Trittico di Borsigliana
Tanti i misteri che avvolgono Pietro da Talada un pittore “scoperto” solo alla fine degli anni ’80, legato a opere di grande maestria. Oggi il mondo si interessa a questo artista e il maestro del trittico di Borsigliana, testimone dell’unione tra i crinali appenninici della Garfagnana e del reggiano, sbarca negli Stati Uniti d’America nella prestigiosa Columbia University.
Il saggio presentato al Salone Internazionale del libro di Torino nel 2011 ha raggiunto quindi un primo importante obiettivo.
Il libro su Pietro da Talada curato dalla più importante studiosa del pittore quattrocentesco Normanna Albertini e che vede in primo piano Fratel Arturo Paoli, Mario Rocchi, Andrea Giannasi, edito dalla Garfagnana editrice era già stato adottato dalla Toronto University.
Ma il progetto su Pietro da Talada prosegue e sabato 3 marzo a Modena nell’ambito del Festival del libro BUK, si terrà la conferenza stampa dove verrà presentato il nuovo sito internet http://www.pietrodatalada.it che conterrà l’opera omnia del pittore con interventi di prestigiose firme del mondo della storia dell’arte e dei costumi del 1400 e 1500.
Pietro da Talada dunque non solo come pittore ma come uomo tra gli uomini diventando un vero e proprio “must” per le Terre del Serchio.
Il pittore delle Madonne “mamme” che educano i propri figli e che ci fanno scoprire ancora oggi la sensibilità di un artista ma anche la cura dei committenti delle comunità locali. Emerge dunque un quadro unico che fonde insieme Borsigliana, Capraia, Corfino, Casatico e tutta la Garfagnana.
Nelle prossime settimane a tenere banco sarà la rivelazione di uno dei tanti misteri che avvolgono Pietro da Talada.
Mistero conservato nel Trittico di Borsigliana e che il team di studiosi di Pietro da Talada, coordinato da Normanna Albertini, rivelerà.
Ma sarà solo il primo visto che ogni giorno altre importanti scoperte si aggiungono al lavoro su questo misterioso pittore che ha attirato l’attenzione di una importante trasmissione televisiva in onda su un’emittente nazionale.

 

Info e note: http://pietrodatalada.wordpress.com

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Pietro da Talada l’11 dicembre al teatro Bismantova

Alla scoperta di Pietro Talada: un pittore del quattrocento in Garfagnana.

Presentazione del libro di Normanna Albertini al teatro Bismantova
L’associazione “Ladri di idee”, al servizio dell’arte e dell’Appennino reggiano, organizza per domenica 11 dicembre, alle ore 16.30, al foyer del Teatro Bismantova, la presentazione del libro “Pietro da Talada – Un pittore del Quattrocento in Garfagnana” (Garfagnana editrice).
Saranno presenti gli autori: Normanna Albertini, Pier Dario Galassi e Umberto Bertolini, l’editore Andrea Giannasi (Garfagnana Editrice) e lo storico professor Giuseppe Giovanelli, che ha scoperto nuovi, interessanti documenti risalenti al 1400 sui collegamenti tra i due versanti del Crinale.
Intervisterà gli intervenuti la giornalista Giuliana Sciaboni. Le parole saranno arricchite da musica e canzoni di Giuseppe Pierazzi (cantante) e di Franco Vivarelli (chitarrista), dei “Pieroinforse”. Curerà le letture Francesca Carbognani. Verrà proiettato un video sulle opere e i colori del pittore e il fotografo Silvano Sala esporrà la mostra fotografica “I luoghi di Pietro da Talada”.
Al termine, rinfresco a base di dolci caserecci. Pietro da Talada è un pittore, dipinge madonne e viene dall’Emilia, dal minuscolo villaggio di Talada, che, con tutta la Garfagnana, fa parte del Ducato Estense della metà del Quattrocento. Siamo già in quella che Vasari chiamò “la seconda età” dell’arte, quella della Rinascenza, dopo la “prima età”, dove Giotto aveva ripreso l’immagine e lo spazio naturale. Eppure, Pietro prolunga quel passato nello stile “gotico internazionale”. Pietro dipinge tavole: di grandi dimensioni, col fondo oro.
Vergini col Bambino in armoniosa immobilità; i corpi delineati da dolci linee e colori intensi. Dipinge in Garfagnana – verrà poi identificato col Maestro di Borsigliana, autore del grandioso trittico – ma anche a Stazzema, dove lascia una Madonna Assunta.
Seguendo il suo percorso, nel libro ne incontriamo le opere, ma entriamo anche nella vita degli artisti, nel mondo dei colori e dei loro significati.
Nella storia viva dell’Appennino. Addentrarsi in quel lontano tempo immobile significa recuperare uno spazio, anche mentale, dove i luoghi rinviano alle attività degli uomini, alle tradizioni, alle usanze, alle micro storie che sono poi i tasselli anonimi della grande storia.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

“Pietro da Talada” torna nella sua Borsigliana

Il pittore del 1400 Pietro da Talada torna per la prima volta dopo 600 anni nella sua Borsigliana raccontando la sua storia e degustando i prodotti tipici del primo Slow Food Day.
Infatti sabato 18 giugno alle ore 18 nell’antica chiesetta del paese nei pressi di Piazza al Serchio si terrà la presentazione del saggio curato da Normanna Albertini edito dalla Garfagnana editrice. Parleranno del libro Umberto Bertolini, Normanna Albertini e Dino Magistrelli giornalista de La Nazione.
Le letture saranno curate dall’attrice Marina Coli. I saluti iniziali sono del sindaco di Piazza al Serchio Paolo Fantoni e del direttore editoriale della Garfagnana editrice Andrea Giannasi.
L’evento sarà occasione per unire la storia, l’arte e le tradizioni della Garfagnana ai suoi antichi e presenti sapori. Infatti la Condotta Garfagnana valle del Serchio festeggia nell’occasione il primo Slow Food Day unendosi ad altri 300 eventi in tutta Italia. E sarà proprio curata dal sodalizio locale, la degustazione finale con il responsabile della Condotta Alessio Pedri.
Pedri presenterà il pane di patate di Paolo Magazzini (presidio Slow Food) e la birra “La Petrognola” di Roberto Giannarelli.
L’evento è patronato dal Comune di Piazza al Serchio, dalla Garfagnana editrice, dalla Comunità Montana della Garfagnana, da Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, con la partecipazione del Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano si terrà proprio sotto lo splendido trittico dipinto dal maestro di Talada nella metà del 1400.

Note stampa per l’evento:
http://www.garfagnanaeditrice.it
http://www.slowfood.it/18giugno

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized