Archivi tag: libri

Un semplice caso d’omicidio

 

pierotti-copertina2

Sono gli anni dell’immediato dopoguerra in un paese della Garfagnana: Trassilico. Gli abitanti cercano di ritrovare la serenità necessaria per ricominciare a vivere. Il lavoro nei boschi, alla teleferica, o nei campi per un magro raccolto, assieme al recupero di antiche tradizioni come “Il maggio”, servono anche per dimenticare le sofferenze che l’aver vissuto sulla Linea Gotica ha procurato. Il ritrovamento del corpo senza vita del giovane Oreste, rimette in crisi il fragile equilibrio faticosamente raggiunto. È il maresciallo Tiberio Bertini, di Gallicano, che deve risolvere quello che appare come un semplice caso d’omicidio. La realtà, come sa bene anche il maresciallo, è sempre diversa da come appare a prima vista. Accompagnato dalla moglie, che approfitta dei viaggi del marito verso il paese dai panorami incantevoli, per addolcire le amarezze di un matrimonio che si sta logorando, mette a nudo i conflitti e le miserie che affliggono anche una comunità così piccola. La presenza notturna di un essere malefico, annunciatore di morte, contribuisce a turbare gli animi, ma non Tiberio, che troverà il colpevole, anche se avrebbe preferito non farlo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Leggere gustando: il festival bioletterario in Garfagnana con Pino Scaccia, Beppino Englaro e Francesco Recami

englaro recami scaccia

Leggere gustando: la sesta edizione del festival bioletterario dal 10 al 12 luglio con Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami

Dal 10 al 12 luglio si svolgerà a Castelnuovo di Garfagnana sotto il Loggiato Porta, la sesta edizione del festival bioletterario “Leggere gustando”, con tanti scrittori e tra gli ospiti Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami.

L’evento, patrocinato dal Comune di Castelnuovo, che riunisce i lettori della valle, è organizzato da Tra le righe libri e Garfagnana editrice.

Il “Leggere gustando” fa parte della rete dei festival letterari di Prospektiva.

I partner di riferimento sono Slow Food Garfagnana Valle del Serchio, La Libreria di Crudeli e La Libreria Magnani.

Il programma prevede il 10 luglio l’anteprima alle 21 con gli scrittori Simonetta Simonetti, Monica Dini, Normanna Albertini e Roberto Andreuccetti, che presentano i loro ultimi libri confrontandosi con l’esercizio della scrittura.

Alle 21.45 Beppino Englaro parla del libro “La vita senza limiti. La morte di Eluana in uno stato di diritto” (Rizzoli). Modera Andrea Giannasi.

Il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro moriva. Ci sono voluti 6233 giorni perché il padre potesse liberarla e dirle addio; diciassette anni di vita sospesa fra la vita e la morte, durante i quali Beppino Englaro ha lasciato il suo lavoro e si è immerso nelle carte. Ha studiato codici e regolamenti, ha partecipato a convegni e incontrato politici, giuristi e teologi, nel tentativo di capire come dar voce alla figlia e far rispettare la sua volontà percorrendo sempre la strada della legalità. I suoi sono stati anni senza tregua, senza pause, senza possibilità di fuga o di riparo dalla violenza di una vita artificiale imposta a Eluana da uno Stato etico, che può arrivare a privare delle libertà fondamentali i suoi stessi cittadini. In questo libro l’autore rievoca i ricordi e le lettere di sua figlia e ripercorre gli ultimi mesi della vita di lei anche attraverso la propria storia di uomo riservato, costretto dagli eventi a farsi portavoce di un popolo silenzioso che ogni giorno, negli ospedali, si pone domande semplici e aspetta risposte umane, e viene invece abbandonato dalla politica in un limbo di sofferenza. Una battaglia in cui Englaro è tuttora impegnato perché la libertà di cura sia un valore collettivo, perché la legge rispetti l’individuo e non dia a altri se non a lui stesso il diritto di decidere della propria salute.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana.

Sabato 11 luglio alle ore 21 saliranno sul palco per parlare di “storie di guerra” Grazia Lucchesi, Marco Vignolo Gargini, Ciro Pinto e Daniele Lazzarini. Tra partigiani in Garfagnana, combattenti nella Prima Guerra mondiale, storie di guerra ai civili e l’orrore indimenticabile di Auschwitz gli ospiti incontreranno i lettori in un viaggio senza fine.

Alle 21.45 lo storico inviato del Tg1 della Rai Pino Scaccia presenterà “Armir. Sulle tracce di un esercito perduto” (Tra le righe libri), un saggio che ricostruisce la storia della tragedia degli alpini e dei fanti italiani nel gennaio 1943 in Unione Sovietica.

«Sono un russo che abita nella regione di Voronetz, dove voi italiani state cercando i resti dei soldati morti durante la guerra tra Unione Sovietica e la Germania, cinquant’anni fa. Vorrei aiutarvi perché sono stato testimone di ciò che è successo durante la vostra ritirata e conosco tante fosse dove i prigionieri italiani sono stati sepolti. Ce ne sono centinaia: quante siano esattamente nessuno lo sa e non lo saprà mai perché il tempo le ha cancellate». Un viaggio sulle tracce dell’Armir, l’armata italiana dispersa in quella che oggi è l’Ucraina. Tra gli archivi finalmente aperti dei ministeri sovietici e sui luoghi della disastrosa marcia del Davaj. Pino Scaccia ha dato risposte dopo tanto tempo a tremila delle ottantamila famiglie dei dispersi e ogni volta è stato un pugno allo stomaco, scoprendo il miracolo di chiudere un dubbio.

Degustazione di vini, pane e salumi a cura di Slow Food Garfagnana.

Domenica 12 luglio alle 21 anteprima con Beppe Calabretta, Rossana Giorgi Consorti e Italo Pierotti alla ricerca dei legami tra la scrittura e i territori: in primo piano Lucca, e due piccoli paesini in Garfagnana e in Calabria.

Alle 21,45 Francesco Recami presenta “Piccola enciclopedia delle ossessioni” (Sellerio).

“Una spolverata di cinismo, un pizzico abbondante di perfidia, una macinata di comicità sfumata al nero”. È quanto scrive Santo Piazzese pensando a Recami, e descrive idealmente la commedia umana tratteggiata dallo scrittore fiorentino in questa raccolta di racconti, vero e proprio catalogo di caratteri esemplari, specchio deformante e disvelatore dell’indole nazionale. Attraverso narrazioni che si rifanno alla commedia all’italiana, alla novella esistenzialista, al racconto iperreale, Recami sviluppa una satira comica e feroce dei vezzi e dei vizi, dello snobismo e del pressappochismo di quell’affollato condominio a forma di stivale in cui farsa e tragedia si alternano senza interruzione. E su tutto domina un sentimento universale, che accomuna i personaggi di ogni ordine e grado: l’ansia, la preoccupazione, la nevrosi pungente, l’agitazione tremebonda, l’insicurezza mascherata da precisione maniacale, la persuasione delirante di essere nel giusto, insomma quell’atmosfera emotiva in cui ognuno di noi è quotidianamente immerso.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana a cura di Slow Food Garfagnana.

Il Leggere gustando dunque il festival bioletterario giunto alla sua sesta edizione con grandi ospiti, grandi temi e tanti lettori pronti ad incontrare tanti e nuovi libri.

E la Garfagnana come luogo. Un luogo, secondo le definizioni enciclopediche, è parte di uno spazio delimitato, considerato in funzione di ciò che in esso si colloca: dunque luogo reale, immaginario; della memoria. Ma anche luogo inteso come l’ovunque.

Il luogo è anche posto definito, una parte della superficie terrestre con particolari caratteristiche; ma anche un luogo pubblico dove tutti possono entrare oppure un luogo privato o molto più intimo e personale. Come luogo dell’anima.

Poi ci sono dei luoghi che hanno tutti questi elementi sovrapporti, fusi, sommati.

Uno di questi luoghi è la Garfagnana, che vive con il festival bioletterario Leggere Gustando giorni di intensa scoperta di nuovi luoghi.

http://www.prospektiva.it/leggeregustando.htm

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

La valle del bello e del Buono al Salone Internazionale del libro di Torino

piacere-torino-14 copiaIl Bene. Questo il tema della 27° edizione del Salone Internazionale del libro di Torino che si terrà al Lingotto fiere dall’8 al 12 maggio.
Il Bene inteso come implicazione filosofica, etica, storica e ovviamente letteraria. Come concetto di Bene Comune, ma anche – seguendo le note di Primo Levi – “lavoro ben fatto”, per riscoprire la cura artigianale nel “fare” libri.
Il Paese ospite di questa edizione sarà la Santa Sede con uno spazio espositivo che ripresenta il selciato di Piazza San Pietro.
E come ogni anno, dal 2001, al Padiglione 1 Stand D18 sarà presente la Garfagnana tra libri, incontri, presentazioni, video interviste e importanti ospiti. Tra questi i libri della Banca e dell’Identità della Memoria dell’Unione dei Comuni della Garfagnana, Tra le righe libri e la condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, che presenterà degustazioni dei prodotti tipici del territorio come il biroldo, la mondiola, il formaggio pecorino, il pane di patate, la bitta di Petrognola e molto altro ancora.
“Per il secondo anno consecutivo – ci ha ricordato Andrea Giannasi che va a Torino da 13 anni e che cura lo stand – andiamo al Salone che ogni anno ospita 350.000 visitatori che amano leggere, informarsi, conoscere e scoprire nuove cose. Presenteremo i libri del nostro territorio, abbinandoli a degustazioni e assaggi unendo la qualità del gusto alla qualità della storia che si fa libro. Quest’anno lavoreremo sulla memoria partendo proprio dall’ultimo libro della Banca dell’Identità e della Memoria, diretta da Francesco Pinagli e curata da Patrizia Pieroni, nel quale Tommaso Teora ha raccolto quasi 150 testimonianze di anziani che ricordano gli orrori della guerra. Ci sarà tanta Garfagnana dunque e non saranno solamente libri. All’evento ci sarà modo di incontrare scrittori, editori, giornalisti che poi vorremmo invitare a Castelnuovo, a Barga e in altri bei luoghi della nostra valle. E dal cassetto – ha concluso Giannasi – faremo uscire un nuovo progetto letterario.”
Durante la cinque giorni letteraria in sala stampa verranno presentati i Festival letterari 2014 di Prospektiva: dal Terracina Book festival al Festivaletteratura di Calabria, dal Leggere Gustando al Tra le righe di Barga, da Un mare di lettere di Civitavecchia a Incipit di Lecce, per finire con il Garfagnana in Giallo.
Sarà possibile seguire il Salone Internazionale del libro di Torino con l’hashtag #insideprospektiva tramite Twitter, Facebook e il blog della rivista letteraria.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Festival del libro Tra le righe di Barga dall’11 al 14 luglio

tra-le-righe-barga
Il festival del libro in uno dei borghi più belli d’Italia

Saranno Claudio Sabelli Fioretti, Gigi Moncalvo, Carlo A. Martigli e Remo Santini gli ospiti del Tra le righe di Barga, festival letterario giunto alla sesta edizione. L’evento, che negli anni ha avuto ospiti come Beppino Englaro, Rosario Priore, Antonello Caporale, Paolo Guzzanti, Aurelio Picca, Nadia Francalacci, Vincenzo Pardini, Mario Rocchi, Domenico Manzione, Normanna Albertini, David Baldacci, Giampaolo Simi, si svolge dall’11 al 14 luglio in centro storico, presso palazzo Pancrazi.  Sarà dunque la Rai a farla da padrona con Claudio Sabelli Fioretti direttamente dalla trasmissione “Un giorno da pecora” in onda su RadioDue e Gigi Moncalvo, conduttore di trasmissioni su Rai Due. Dall’altra parte Carlo A. Martigli, che molti vedono su Canale 5 al pomeriggio, e Remo Santini rappresentante della carta stampata, essendo caposervizio della redazione de La Nazione a Lucca.
La manifestazione come ogni anno è patrocinata dal Comune di Barga e saranno presenti agli eventi il sindaco Marco Bonini e l’assessore alla cultura Giovanna Stefani.

Organizzato da Prospektiva il “Tra le righe” rientra nel programma dei festival che si svolgono in quattro regioni italiane: Toscana, Puglia, Lazio e Calabria. Collaborano alla realizzazione dell’evento la libreria Poli, Prospettiva editrice, Il Giornale di Barga e la Garfagnana editrice.

Ma entriamo nel dettaglio del programma.

Giovedì 11 luglio alle ore 21 verrà presentato il libro Agnelli segreti: Peccati, passioni e verità nascoste dell’ultima «famiglia reale» italiana. Gigi Moncalvo presenta il suo ultimo libro dal titolo “Agnelli segreti” (Vallecchi). Andrea Giannasi intervisterà il giornalista (Corriere della Sera, Il Giorno, La Padania), conduttore televisivo (Canale 5 e Raidue), ex dirigente Rai, sulle figure dei consiglieri-cortigiani e sui misteri di famiglia.

Venerdì 12 luglio alle ore 21 sarà la volta di Claudio Sabelli Fioretti.

L’autore e conduttore della trasmissione radiofonica che mette sulla graticola i politici italiani sarà intervistato dal giornalista Alvaro Ranzoni. Durante l’evento verranno fatte vedere inedite registrazioni video della trasmissione.

Sabato 13 luglio alle ore 21 Carlo A. Martigli presenta L’eretico. Autore di libri di successo (l’ultimo ha venduto oltre 300.000 copie) Martigli si presenta come uno degli autori thriller storici migliori d’Italia. Ospite di numerose trasmissioni televisive di Canale 5. Intervistato da Andrea Giannasi.

Infine domenica 14 luglio dalle ore 20,30 si parlerà dell’identità della scrittura

Anteprima con gli autori lucchesi Manuele Bellonzi, Patrizia Bartoli, Silvia Redini, Brunella Bertoni, Marco Bonini, Paolo Giannotti che dialogheranno con Andrea Giannasi alla scoperta del valore del raccontare il territorio. Alle 21,15 Remo Santini presenterà i suoi libri sulla lucchesità, parlando dell’importanza dei valori e delle radici delle comunità.

 

Info e note sul sito http://prospektiva.wordpress.com/

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

La Garfagnana al Salone del libro di Torino

prospettiva-editrice-salone-libro -torinoNell’anno delle idee il Salone Internazionale del libro di Torino che si aprirà il 16 maggio al Lingotto Fiere, si offre ancora una volta come l’evento culturale più importante d’Italia. Ma non solo. Questa edizione – che secondo le previsioni sarà visitata da oltre 300.000 persone – intende stimolare la nascita di un dibattito intorno al futuro del libro. Per questo il tema è l’idea; idee dunque da studiare per superare le difficoltà del momento.
Mancheranno a questa edizioni tantissimi piccoli e medi editori schiacciati dalla crisi, ma non Prospettiva che per l’undicesimo anno consecutivo porterà i libri del proprio catalogo allo stand D 34 nel padiglione 1.
Tante le presentazioni offerte ai propri autori e tanti gli incontri in programma.
Si inizierà venerdì alle 15 con la presentazione del saggio “Le nuove famiglie: diritti, doveri, laicità, modernità” di Mario Moisio. Parteciperanno al dibattito Federico Novaro, Stefano Oliveri, Biancamaria Ripa di Meana, Luca Rolle.
Venerdì alle 17 presso lo stand della Regione Calabria presentazione della raccolta di poesia di Gianluca Pitari “Diario del complotto”.
Sabato alle 10,30 sarà la volta di “Scrivere in Prospettiva” in Sala avorio Andrea Giannasi intervista Claudio Beghelli, Elena Braccini, Stefano Carnicelli, Sergio Consani e Andrea Marzola.
In programma anche presentazioni allo stand, videointerviste e degustazioni di Garfagnana Orgolosa a cura di Slow Food Garfagnana Valle del Serchio con prodotti tipici (ogni giorno alle 17).
Saranno infatti ospiti quest’anno allo stand le Terre del Serchio dell’altra Toscana con moltissime realtà: la casa editrice Garfagnana; l’Unione dei Comuni della Garfagnana; il Comune di Barga; Ponti nel tempo ed Ecoland, gli orti scolastici.
Spazio anche agli ebook con una conferenza stampa congiunta per presentare le ultime novità dei marchi editoriali Librinmente e Abel Books con i loro libri elettronici venduti in tutto il mondo; presentazione poi di “Ventiperventi” il nuovo formato cartaceo della rivista letteraria Prospektiva che si trasforma in foglio di resistenza narrativa.
Intorno allo stand graviteranno anche gli organizzatori dei festival letterari Tra le righe di Barga, Festivaletteratura di Calabria, Leggere Gustando di Castelnuovo di Garfagnana, Il Terracina Book festival, Un mare di lettere di Civitavecchia, Garfagnana in Giallo e Incipit a Novoli Lecce.
In programma anche la presentazione ufficiale del bando del Contropremio Carver.
Durante il Salone del libro di Torino lo stand D34 sarà collegato con il mondo grazie ai social network costantemente aggiornati con fotografie, video e note. Ashtag di questa edizione #resistenze
Per seguirci basta cliccare qui
http://www.facebook.com/pages/Prospettiva-editrice/107922609230708

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

La Garfagnana editrice al Buk Modena

Garfagnana editrice

Garfagnana editrice logo

La Garfagnana editrice con il suo catalogo sarà presente al festival del libro di Modena che si svolge sabato 23 e domenica 24 marzo presso gli spazi espositivi del Foro Boario estense.
Dedicato al Festival e a tutte le sue declinazioni, il Buk sta facendo da supporto ad importanti recensioni, estemporanee, poesia, nuove tecnologie, arte, inchiesta, musica. Uno spazio particolare è riservato ai tanti editori legati ai differenti territori italiani; tra questi spiccano i libri della Garfagnana, la terra dell’altra Toscana che vive tra le Alpi Apuane e gli Appennini. Distesa tra le Terre del Serchio, gode dell’inimitabile fascino che solo le comunità difficili riescono a donare.
Presso lo stand  69 saranno esposti al pubblico di accaniti e fedeli lettori i saggi di Normanna Albertini, Amedeo Guidugli, Vittorio Angelino, Bruno Giannoni, Pier Giuliano Cecchi, Ivano Guidi, Andrea Giannasi, Vittorio Biondi; e i racconti e romanzi di Roberto Andreuccetti, Stefano Elmi, Alessandro Ferri, Manuela Domenicali e Lucia Giovannetti.
Tra i tanti eventi verranno presentate le copertine delle due prossime uscite editoriali: il libro su San Pellegrino con copia anastatica originale di Pellegrino Rossi del 1755 e “La strage di Hindenburg” di Renzo Pellegrini, giocando ovviamente sulle assonanze musicali dei nomi e dei cognomi. Inoltre  domenica alle ore 14 presso la sala A si terrà l’incontro dal titolo “Sulle spalle delle donne” con Normanna Albertini, Luciana Vasile, Caterina Capalbo, Ameya Gabriella Canovi.

Il Buk Modena è un evento di portata nazionale che permette a questa valle di presentare la propria storia e le proprie tradizioni culturali.
Unica terra che al volger della sera si trasforma in un immenso presepe, è legata alla storia fin dal tempo dei Liguri Apuani, la prima fiera genia che l’abbia mai abitata.
Ogni pietra di ciascun paese ha mille storie da raccontare e un popolo duro e tenace, che ha solcato i mari per costruir fortune in ogni continente.
Non vi è garfagnino che non abbia discendenti nella “Merica”, nel Brasile o in Australia.
La Garfagnana ha dato soldati ai Duchi estensi, a Napoleone, al Re Vittorio nella prima e nella seconda guerra mondiale. Ha fatto i più begli alpini caduti sul Don in Russia.
Ma la Garfagnana è anche oggi soprattutto tradizione, gusto e passione.
Per questo la Garfagnana editrice è al Buk Modena una delle realtà più belle.

Il sito www.garfagnana-editrice.it

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Garfagnana in Giallo 2012

E’ il libro Sherlock Holmes e la morte del cardinale Tosca di Luca Martinelli il vincitore del Garfagnana in giallo 2012 sezione libri editi. Per i racconti a vincere sono stati Delitti nel parco dell’Orecchiella di Paolo Bartolozzi e Il terzo colpo di Maurizio Maggi.
Premio speciale della giuria a Nella Carne di Sara Bilotti, Premio del Giornale di Castelnuovo al racconto Magix di Iacopo Riani.


Nella splendida cornice della Fortezza di Montalfonso a Castelnuovo di Garfagnana sabato 24 novembre di fronte ad un folto pubblico sono state consegnate le targhe del premio, giunto alla quarta edizione, dal direttore Andrea Giannasi e dai responsabili delle giurie tecniche Enrico Luceri (per la parte inediti) e Fabio Mundadori (per il libri).
Moltissimi i partecipanti all’evento provenienti da tutta Italia. Tra di loro alcuni giallisti che per la prima volta visitavano la Garfagnana e alcuni scrittori come Stefano Carnicelli, che arriva da L’Aquila, ed è autore del romanzo Il cielo capovolto con la prefazione di Pino Roveredo.

L’ospite della serata Carlo A. Martigli ha consegnato il primo premio dopo aver presentato nella sala superiore della Casa con gli Archi, L’eretico, thriller storico edito da Longanesi che ha superato le 100mila copie vendute e già tradotto in 16 paesi nel mondo.
Il Garfagnana in Giallo organizzato dal Giornale di Castelnuovo con la collaborazione di Abel Books, Prospettiva e Garfagnana editrice anche quest’anno ha avuto la collaborazione di un importante artista per realizzare la copertina. Dopo Antonio Possenti, Riccardo Benvenuti e Giampaolo Talani nel 2012 è stata la volta di Roberto Fontirossi.
All’evento ha partecipato l’assessore alla scuola del Comune di Castelnuovo Elena Picchetti che ha consegnato a Carlo A. Martigli, Damiano Celestini (giornalista de Il Messaggero di Roma e autore della diretta Twitter dell’evento con l’hashtag #giallogarfagnana) e Luciana Quattrini, giallista di Senigallia giunta in Garfagnana per presentare il suo ultimo romanzo dal titolo Adriatico, gli occhi del Puma, le targhe con lo stemma cittadino.
Dopo le presentazioni (tra queste anche l’ultimo giallo di Mundadori) nelle sale inferiori della Casa con gli Archi della Fortezza si è svolta una Cena Criminale, organizzata dalla EccoFatto di Terracina.
Intorno alla morte di Gianni Vitelli – noto imprenditore del mondo dei trattori – si muove una storia che vede coinvolti tra gli altri Lapo El Can, Flavio Briacone, Angela Spread, ed altri personaggi magistralmente interpretati da Massimo Lerose.
Un evento delittuoso tra indizi e interrogatori che ha appassionato gli oltre cento invitati seduti a cena in fortezza. E tanta era la difficoltà delle indagini che solo Ludovica – che poi ha ricevuto l’attestato di investigatrice provetta – è riuscita ad avvicinarsi alla soluzione finale.
Appuntamento all’edizione 2013 con il Garfagnana in Giallo che dopo essere approdato a RaiLetteratura, ha superato sul motore di ricerca Google le 75.000 pagine, diventando uno dei cinque premi letterari dedicati al libro poliziesco più famosi d’Italia.

Erano giunti in finale Sherlock Holmes e la morte del cardinale Tosca di Luca Martinelli, Il commissario Martini e i delitti senza determinante causa  di Bartolone & Messi, Lacrime di cristallo di Mario Pinzi, Marginalia di Fausto Meoli, Nella Carne di Sara Bilotti.
Nella  sezione inediti i racconti finalisti (che sono pubblicati nell’antologia del Garfagnana in Giallo edita da Prospettiva) erano: Delitti nel parco dell’Orecchiella di Paolo Bartolozzi
La cava e il morto di Maria Pia Pieri, Il terzo colpo di Maurizio Maggi, Morte al palio di Antonella Pellegrinotti, Ideali letali di Alessandro Marchetti Guasparini
Santa Lucia di Castiglione di Maria Enrichetta Cavani, Le croci del diavolo di Marco Catocci e
Magix di Iacopo Riani.


Informazioni e note su http://garfagnanaingiallo.wordpress.com/

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized