Archivi tag: fiera del libro

Al festival bioletterario Leggere Gustando ospite Francesca Buonagurelli

buonagurelli-agrichef

Francesca Buonagurelli ospite al festival bioletterario Leggere Gustando

Sabato 30 luglio inizierà alle 21 a Castiglione di Garfagnana il festival bioletterario Leggere Gustando. La prima serata della nona edizione, oltre all’autore del territorio Stefano Folegnani e alla super ospite Flavia Piccinni presenta come consuetudine lo spazio del gusto. Un Agrichef farà conoscere al pubblico tre aziende agricole di zona ed i loro prodotti dei quali nessuno potrà poi fare più a meno.

L’Agrichef è il cuoco contadino ed in questo caso una cuoca apicoltrice ed olivicoltrice: Francesca Buonagurelli. L’Agrichef di Barga fa parte del team nazionale di Campagnamica-Coldiretti che ne prevede uno per ogni regione e lei è proprio l’Agrichef della Toscana, che forma e dirige il team regionale attualmente composto da 18 esperti.

I prodotti scelti per questa occasione saranno i vini della Cantina Bravi di Camporgiano che accompagneranno i formaggi della vicinissima Azienda Agricola Fratelli Filippi di Pieve Fosciana ed ovviamente non mancherà il miele del Benefizio.
www.prospektiva.it

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Una vita a quattro ruote: Alessandro Pedreschi e la sua storia (Garfagnana editrice)

pedreschi-copertina-garfagnana

“Una vita a quattro ruote” di Alessandro Pedreschi è il libro che cambierà il rapporto che ogni lettore ha con la disabilità. Pubblicato da Garfagnana editrice sarà presentato sabato 7 luglio a Palleroso.
«Nel materasso ad acqua, che disponeva di un motorino elettrico che manteneva costante la temperatura a 37°, la mente di Isola vagava cercando un modo per comunicare la notizia alla sua famiglia. Pensava a quando sarebbe tornata a casa, a come avrebbe fatto, si chiedeva a quante cose avrebbe dovuto rinunciare e a quali le sarebbero ancora state permesse dal suo nuovo stato. Fu una notte lunga e senza sonno, fu una notte di progetti nuovi, non esaltanti ma indispensabili per andare avanti; una notte a pensare alla sua nuova vita, una vita a quattro ruote».
Isola, la protagonista della storia, ha vissuto tutta la vita a Palleroso. Il piccolo Borgo garfagnino, nonostante l’esiguo numero di abitanti, è uno dei più attivi della valle con le manifestazioni di grande richiamo come “Le aie del pane, dell’olio e del vino” (primavera), la “Motomerenda del Contadino e la cena del giorno primo” (metà luglio) e “Diamo una mano a Babbo Natale (dicembre). La storia di Isola è la storia di Palleroso e dei suoi abitanti: 80 anime ed un unico cuore pulsante.
L’autore del libro è Alessandro Pedreschi, nato a Castelnuovo di Garfagnana il 9 gennaio del 1969. Vive, ovviamente, a Palleroso in Località Santa Cristina con la moglie Francesca e le figlie Camilla, Chiara e Margherita. Di professione è fisioterapista. Questo è il suo primo libro.
 

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

Personaggi: l’ultimo libro di Andrea Campoli sulle figure eccellenti della Garfagnana

campoli-personaggi-cop

In libreria l’ultimo libro di Andrea Campoli “Personaggi. Figure ed eccellenze della Garfagnana” pubblicato da Garfagnana editrice.

Da Augusto Cantoni alla famiglia Carrari, dai Corghi a Don  Marino, da Don Mencucci agli Orlando, da radio Nord Garfagnana ai Migranti, da Bernardino del Castelletto al maestro Bartolomei, da Wladimiro Zucchi all’On.Biagioni, da Paolo Andreucci a Roberto Nobili. Sono tanti i volti e le storie in questo libro attraverso le quali si riscopre la storia della Garfagnana. Raccontando i personaggi che hanno onorato la valle, Andrea Campoli torna in libreria dopo i successi dei libri “La Fontana dei Pensieri e storie in Rima” e “La Valle Incantata”. Al centro di “Personaggi” sempre il desiderio di unire il tempo presente a quello passato, disegnando le figure di piccoli e grandi uomini e donne.

Andrea Campoli (Andreino Moreno) è nato a Castelnuovo di Garfagnana il 30 novembre 1952 e risiede da sempre nel paese di S. Anastasio in comune di Piazza al Serchio in provincia di Lucca. Sposato con Marinella, due figli, Renzo e Sabrina e nonno di Alessio. Titolo di studio: Scuola Media. Operaio presso Corghi spa dove ha lavorato per oltre 40 anni ed ora pensionato. Nel 1990 fu eletto consigliere al comune di Piazza al Serchio ed in quell’ambito fu tra i promotori della Manifestazione itinerante Natale Insieme dove cominciò a raccontare le “fole”. Nel 2005 partecipò al festival Il Canto del Mondo ideato dalle provincie di Lucca, Massa, Parma e Reggio Emilia, come raccontatore di fole e col nome di Tatone Contafole. Partecipò anche l’anno successivo e da li spiccò il volo come contafole. Grande lettore “divoratore” di libri, in età avanzata ha scoperto la poesia e i poeti più importanti. Si è voluto cimentare in questo campo raccontando pensieri e storie in rima. Autore dei libri La Fontana dei Pensieri e storie in Rima e La Valle Incantata ha riscosso un discreto successo di critica e di pubblico.

 

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

Leggere gustando: il festival bioletterario in Garfagnana con Pino Scaccia, Beppino Englaro e Francesco Recami

englaro recami scaccia

Leggere gustando: la sesta edizione del festival bioletterario dal 10 al 12 luglio con Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami

Dal 10 al 12 luglio si svolgerà a Castelnuovo di Garfagnana sotto il Loggiato Porta, la sesta edizione del festival bioletterario “Leggere gustando”, con tanti scrittori e tra gli ospiti Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami.

L’evento, patrocinato dal Comune di Castelnuovo, che riunisce i lettori della valle, è organizzato da Tra le righe libri e Garfagnana editrice.

Il “Leggere gustando” fa parte della rete dei festival letterari di Prospektiva.

I partner di riferimento sono Slow Food Garfagnana Valle del Serchio, La Libreria di Crudeli e La Libreria Magnani.

Il programma prevede il 10 luglio l’anteprima alle 21 con gli scrittori Simonetta Simonetti, Monica Dini, Normanna Albertini e Roberto Andreuccetti, che presentano i loro ultimi libri confrontandosi con l’esercizio della scrittura.

Alle 21.45 Beppino Englaro parla del libro “La vita senza limiti. La morte di Eluana in uno stato di diritto” (Rizzoli). Modera Andrea Giannasi.

Il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro moriva. Ci sono voluti 6233 giorni perché il padre potesse liberarla e dirle addio; diciassette anni di vita sospesa fra la vita e la morte, durante i quali Beppino Englaro ha lasciato il suo lavoro e si è immerso nelle carte. Ha studiato codici e regolamenti, ha partecipato a convegni e incontrato politici, giuristi e teologi, nel tentativo di capire come dar voce alla figlia e far rispettare la sua volontà percorrendo sempre la strada della legalità. I suoi sono stati anni senza tregua, senza pause, senza possibilità di fuga o di riparo dalla violenza di una vita artificiale imposta a Eluana da uno Stato etico, che può arrivare a privare delle libertà fondamentali i suoi stessi cittadini. In questo libro l’autore rievoca i ricordi e le lettere di sua figlia e ripercorre gli ultimi mesi della vita di lei anche attraverso la propria storia di uomo riservato, costretto dagli eventi a farsi portavoce di un popolo silenzioso che ogni giorno, negli ospedali, si pone domande semplici e aspetta risposte umane, e viene invece abbandonato dalla politica in un limbo di sofferenza. Una battaglia in cui Englaro è tuttora impegnato perché la libertà di cura sia un valore collettivo, perché la legge rispetti l’individuo e non dia a altri se non a lui stesso il diritto di decidere della propria salute.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana.

Sabato 11 luglio alle ore 21 saliranno sul palco per parlare di “storie di guerra” Grazia Lucchesi, Marco Vignolo Gargini, Ciro Pinto e Daniele Lazzarini. Tra partigiani in Garfagnana, combattenti nella Prima Guerra mondiale, storie di guerra ai civili e l’orrore indimenticabile di Auschwitz gli ospiti incontreranno i lettori in un viaggio senza fine.

Alle 21.45 lo storico inviato del Tg1 della Rai Pino Scaccia presenterà “Armir. Sulle tracce di un esercito perduto” (Tra le righe libri), un saggio che ricostruisce la storia della tragedia degli alpini e dei fanti italiani nel gennaio 1943 in Unione Sovietica.

«Sono un russo che abita nella regione di Voronetz, dove voi italiani state cercando i resti dei soldati morti durante la guerra tra Unione Sovietica e la Germania, cinquant’anni fa. Vorrei aiutarvi perché sono stato testimone di ciò che è successo durante la vostra ritirata e conosco tante fosse dove i prigionieri italiani sono stati sepolti. Ce ne sono centinaia: quante siano esattamente nessuno lo sa e non lo saprà mai perché il tempo le ha cancellate». Un viaggio sulle tracce dell’Armir, l’armata italiana dispersa in quella che oggi è l’Ucraina. Tra gli archivi finalmente aperti dei ministeri sovietici e sui luoghi della disastrosa marcia del Davaj. Pino Scaccia ha dato risposte dopo tanto tempo a tremila delle ottantamila famiglie dei dispersi e ogni volta è stato un pugno allo stomaco, scoprendo il miracolo di chiudere un dubbio.

Degustazione di vini, pane e salumi a cura di Slow Food Garfagnana.

Domenica 12 luglio alle 21 anteprima con Beppe Calabretta, Rossana Giorgi Consorti e Italo Pierotti alla ricerca dei legami tra la scrittura e i territori: in primo piano Lucca, e due piccoli paesini in Garfagnana e in Calabria.

Alle 21,45 Francesco Recami presenta “Piccola enciclopedia delle ossessioni” (Sellerio).

“Una spolverata di cinismo, un pizzico abbondante di perfidia, una macinata di comicità sfumata al nero”. È quanto scrive Santo Piazzese pensando a Recami, e descrive idealmente la commedia umana tratteggiata dallo scrittore fiorentino in questa raccolta di racconti, vero e proprio catalogo di caratteri esemplari, specchio deformante e disvelatore dell’indole nazionale. Attraverso narrazioni che si rifanno alla commedia all’italiana, alla novella esistenzialista, al racconto iperreale, Recami sviluppa una satira comica e feroce dei vezzi e dei vizi, dello snobismo e del pressappochismo di quell’affollato condominio a forma di stivale in cui farsa e tragedia si alternano senza interruzione. E su tutto domina un sentimento universale, che accomuna i personaggi di ogni ordine e grado: l’ansia, la preoccupazione, la nevrosi pungente, l’agitazione tremebonda, l’insicurezza mascherata da precisione maniacale, la persuasione delirante di essere nel giusto, insomma quell’atmosfera emotiva in cui ognuno di noi è quotidianamente immerso.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana a cura di Slow Food Garfagnana.

Il Leggere gustando dunque il festival bioletterario giunto alla sua sesta edizione con grandi ospiti, grandi temi e tanti lettori pronti ad incontrare tanti e nuovi libri.

E la Garfagnana come luogo. Un luogo, secondo le definizioni enciclopediche, è parte di uno spazio delimitato, considerato in funzione di ciò che in esso si colloca: dunque luogo reale, immaginario; della memoria. Ma anche luogo inteso come l’ovunque.

Il luogo è anche posto definito, una parte della superficie terrestre con particolari caratteristiche; ma anche un luogo pubblico dove tutti possono entrare oppure un luogo privato o molto più intimo e personale. Come luogo dell’anima.

Poi ci sono dei luoghi che hanno tutti questi elementi sovrapporti, fusi, sommati.

Uno di questi luoghi è la Garfagnana, che vive con il festival bioletterario Leggere Gustando giorni di intensa scoperta di nuovi luoghi.

http://www.prospektiva.it/leggeregustando.htm

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

La Garfagnana al Salone del libro di Torino

prospettiva-editrice-salone-libro -torinoNell’anno delle idee il Salone Internazionale del libro di Torino che si aprirà il 16 maggio al Lingotto Fiere, si offre ancora una volta come l’evento culturale più importante d’Italia. Ma non solo. Questa edizione – che secondo le previsioni sarà visitata da oltre 300.000 persone – intende stimolare la nascita di un dibattito intorno al futuro del libro. Per questo il tema è l’idea; idee dunque da studiare per superare le difficoltà del momento.
Mancheranno a questa edizioni tantissimi piccoli e medi editori schiacciati dalla crisi, ma non Prospettiva che per l’undicesimo anno consecutivo porterà i libri del proprio catalogo allo stand D 34 nel padiglione 1.
Tante le presentazioni offerte ai propri autori e tanti gli incontri in programma.
Si inizierà venerdì alle 15 con la presentazione del saggio “Le nuove famiglie: diritti, doveri, laicità, modernità” di Mario Moisio. Parteciperanno al dibattito Federico Novaro, Stefano Oliveri, Biancamaria Ripa di Meana, Luca Rolle.
Venerdì alle 17 presso lo stand della Regione Calabria presentazione della raccolta di poesia di Gianluca Pitari “Diario del complotto”.
Sabato alle 10,30 sarà la volta di “Scrivere in Prospettiva” in Sala avorio Andrea Giannasi intervista Claudio Beghelli, Elena Braccini, Stefano Carnicelli, Sergio Consani e Andrea Marzola.
In programma anche presentazioni allo stand, videointerviste e degustazioni di Garfagnana Orgolosa a cura di Slow Food Garfagnana Valle del Serchio con prodotti tipici (ogni giorno alle 17).
Saranno infatti ospiti quest’anno allo stand le Terre del Serchio dell’altra Toscana con moltissime realtà: la casa editrice Garfagnana; l’Unione dei Comuni della Garfagnana; il Comune di Barga; Ponti nel tempo ed Ecoland, gli orti scolastici.
Spazio anche agli ebook con una conferenza stampa congiunta per presentare le ultime novità dei marchi editoriali Librinmente e Abel Books con i loro libri elettronici venduti in tutto il mondo; presentazione poi di “Ventiperventi” il nuovo formato cartaceo della rivista letteraria Prospektiva che si trasforma in foglio di resistenza narrativa.
Intorno allo stand graviteranno anche gli organizzatori dei festival letterari Tra le righe di Barga, Festivaletteratura di Calabria, Leggere Gustando di Castelnuovo di Garfagnana, Il Terracina Book festival, Un mare di lettere di Civitavecchia, Garfagnana in Giallo e Incipit a Novoli Lecce.
In programma anche la presentazione ufficiale del bando del Contropremio Carver.
Durante il Salone del libro di Torino lo stand D34 sarà collegato con il mondo grazie ai social network costantemente aggiornati con fotografie, video e note. Ashtag di questa edizione #resistenze
Per seguirci basta cliccare qui
http://www.facebook.com/pages/Prospettiva-editrice/107922609230708

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized