Archivi tag: Andrea Giannasi

Torna in Garfagnana in festival bioletterario Leggere Gustando

manifesto-leggere-gustando-2018_Pagina_1

Leggere Gustando 2018

Festival bioletterario
IX edizione – 30 giugno 1 luglio – Castiglione di Garfagnana (Lucca)

 

Leggere gustando è un festival bioletterario che unisce il piace della lettura al piacere del gusto. Il festival è nato nel 2010 e si svolge in Garfagnana e ha avuto tra i tanti ospiti Beppino Englaro, Bruno Gambarotta, Pino Scaccia, Francesco Recami, Gigi Moncalvo, Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini e molti altri.

Organizzato Prospektiva, Castiglione News e ProLoco si anima in sinergia tra le case editrice Tralerighe libri e Garfagnana editrice, e le realtà di tutela e promozione dei prodotti tipici Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, Coldiretti e Campagna Amica Agrichef. Partner è l’Amministrazione comunale di Castiglione.

La Piazza della rocca del castello lucchese è luogo ideale dove presentare libri e incontrare i sapori e gli antichi saperi.

La nona edizione del festival bioletterario, condotta da Andrea Giannasi, affronterà, attraverso differenti angoli di visione, il tema dell’essere bambini. Bambini di ieri e bambini di oggi tra pericoli, giochi, sogni e incubi. Ogni serata sarà introdotta da un autore del territorio che attraverso la propria pubblicazione ha voluto svelare ai lettori una parte delle proprie memorie e di quelle di nonni o zii. Protagonisti saranno Vanessa Panzani e Stefano Folegnani.

Saliranno sul palco poi due importanti ospiti: Flavia Piccinni, autrice di “Bellissime” il libro inchiesta dove bambine e genitori sognano “la meta finale, il posto dove vanno tutti e dove tutti sognano di essere protagonisti”. Un libro che mostra il drammatico percorso compiuto verso la realizzazione di quello stereotipo di genere che è l’anticamera dello sfruttamento della donna-oggetto. Bambine in sfilate, ma anche bambine ballerine, bambine truccate, vestite come giovani ragazze e naturalmente “bellissime”.

Paolo Miggiano autore di “La guerra di Dario”, un libro che ricostruisce le storie di bambini e innocenti morti ammazzati a Napoli. L’unica colpa è essersi trovati sulla traiettoria sbagliata. Sono decine i morti “per sbaglio” a Napoli caduti sotto il fuoco dei killer o delle “paranze” che stanno diventando il nuovo problema di una città sempre più avvolta nel problema delle baby gang.
Dunque il Leggere Gustando 2018 parlerà dei bambini, del loro mondo, e di quanto sia preziosa la loro custodia e tutela dai pericoli di un futuro sempre più social e sempre meno sociale.

L’evento si terrà nella piazza principale del Castello di Castiglione di Garfagnana tutte le sera a partire dalle ore 21. Al termine delle presentazioni si aprirà il momento conviviale con degustazione di prodotti tipici della Garfagnana.

 

Il programma:

 

Sabato 30 giugno

Leggere

Anteprima alle ore 21

Stefano Folegnani. Presentazione di “Castrum leonis. Frammenti di vita in un piccolo borgo dell’Appennino”.

(Garfagnana editrice)

 

L’ospite dalle 21,30

Flavia Piccinni 

Presentazione di “Bellissime. Baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite”
(Fandango Libri)

 

Flavia Piccinni. Scrittrice e giornalista, ha pubblicato tre romanzi (Quel Fiume è la notte, Fandango; Lo Sbaglio, Rizzoli; Adesso Tienimi, Fazi) e un saggio sulla ‘ndrangheta (La malavita, Sperling&Kupfer). Ha vinto numerosi premi letterari (fra cui il Campiello Giovani) e radiofonici (l’ultimo è il Marco Rossi). È coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide. Collabora con diversi giornali. E’ autrice di documentari per Radio3 Rai e Rai1. Il suo ultimo libro è “Bellissime” (Fandango Libri, 2017), che ha prodotto due interrogazioni parlamentari e un DDL, ed è finalista al Premio Benedetto Croce e al Premio Alessandro Leogrande.

 

Gustando

Alle ore 22,15 degustazione di prodotti locali con l’Agrichef di Campagna Amica Coldiretti, Francesca Buonagurelli.

 

 

Domenica 1 luglio

Leggere

Anteprima alle ore 21

Vanessa Panzani. Presentazione “Storie di due bambini nella Garfagnana della prima metà del Novecento”.

(Garfagnana editrice)

 

L’ospite dalle 21,30

Paolo Miggiano

Presentazione di “La guerra di Dario. Vivere e morire a Napoli”

(Tralerighe libri)

 

Paolo Miggiano. Laureato in Scienze dell’Investigazione, è giornalista pubblicista. Per trentaquattro anni elicotterista della Polizia di Stato. È coordinatore delle attività della Fondazione Pol.i.s. per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati alle mafie e membro dell’Associazione Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato.Tra i suoi libri Morire a Procida, la Meridiana; I nuovi modelli di sicurezza urbana. L’esperienza della Regione Campania, Aracne; Qualcun altro bussò alla porta. Dario Scherillo e altre storie di persone vittime della violenza criminale, Spotzone.

I suoi saggi sui fenomeni mafiosi sono pubblicati in “Antimafia” – periodico del Centro Studi Lenin Mancuso di Palermo – e in “Polizia e Democrazia”.

 

Gustando

Alle ore 22,15 degustazione con i prodotti del territorio a cura di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

Leggere Gustando 2017 – 23/24/25 giugno Festival Bioletterario

Il Leggere gustando è un festival bioletterario nato nel 2010 in Garfagnana. Gli ospiti dell’ottava edizione sono Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini, Daniela Simi, Vincenzo Pardini, Caterina Frustagli, Alberto Chicayban, Piergiorgio Leaci, Tommaso Teora, Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti, Pietropaolo Pighini, Foscolo Nicolini, Andrea Campoli. Il festival si svolge a Castiglione di Garfagnana ed è curato da ProLoco di Castiglione di Garfagnana, Castiglione News, in sinergia con Tra le righe libri, Prospektiva, Garfagnana editrice, la collaborazione di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio e il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Castiglione.

Leggere gustando è un evento ideato da Andrea Giannasi ed è l’unico festival bioletterario italiano che unisce il piace della lettura al piacere del gusto.

 

Venerdì 23 giugno

Biografie femminili tra spaesamento ed emancipazione

Ore 21 – Incontro letterario e divagazioni intorno al mondo della narrazione sul palco in piazza Vittorio Emanuele II.

Con Barbara Garlaschelli autrice di “Non volevo morire vergine” (Piemme), Normanna Albertini autrice di “Se le donne abbassassero le braccia il cielo cadrebbe” (Tra le righe libri), e Daniela Simi che con Liliana Di Ponte ha scritto “Il mio paese adesso sono due. Storie di badanti” (ETS).

Partecipano all’incontro Associazioni femminili e le commissioni pari opportunità della valle del Serchio. Modera Andrea Giannasi.

Durante la serata alcune studentesse suoneranno intermezzi musicali.

 

Sabato 24 giugno

Ore 15 – Sassorosso. Soltanto chi sa raccontare storie non muore mai. A lezione da Vincenzo Pardini.

Visita al piccolo e suggestivo paese della Garfagnana nominato per la prima volta nella Bolla del 1168 “Ecclesia S. Michaelis de Saxo rubeo”. Durante l’evento si terrà un maratona letteraria con passaggio del testimone leggendo parti del libro “Grande secolo d’oro e di dolore” di Vincenzo Pardini (Il Saggiatore).

Dalle ore 17 a Castiglione di Garfagnana workshop intorno alla lettura* in collaborazione con Premio letterario internazionale Nabokov.

In programma incontri dal titolo:

Quest’atomo opaco del Male. Riflessioni sul Male: definizioni, influenze, fascinazioni

a cura di Caterina Frustagli.

Da Borges a Piazzolla. L’immagine del tango in una lettura analitica

a cura di Alberto Chicayban.

Il mondo del libro. Tutto quello che avreste dovuto sapere ma nessuno ve lo ha mai raccontato 

a cura di Andrea Giannasi.

Agenti letterari, chi sono e cosa non fanno

a cura di Piergiorgio Leaci.

Ore 20 – Cena conviviale a cura di Castiglione news e ProLoco Castiglione con prodotti tipici della Garfagnana.**

Anteprima – Alle 20,45 salirà sul palco il poeta Foscolo Nicolini.

Ore 21 – Piazzolla torna a casa: Alberto Chicayban suonerà e racconterà le storie del tango. I nonni del musicista argentino – Luigi Manetti e Clelia Bertolami – emigrarono da Massa Sassorosso nel 1888. La mamma di Astor Piazzolla, Assunta Manetti sposò il pescatore originario di Trani, Pantaleone, dando alla vita l’11 marzo del 1921 a Buenos Aires il grande musicista.

Ore 21,45 – Incipit letterario: gioco con giuria popolare (estratta a sorte dal pubblico) tra aspiranti scrittori. In due minuti gli aspiranti autori dovranno presentare un’idea e un incipit di un libro; la giuria voterà accettando o bocciando la presentazione; al turno successivo gli aspiranti autori hanno altri due minuti per presentare meglio personaggi e storia. Vanno in finale i migliori tre autori che si giocheranno libri in regalo donati dal Premio letterario internazionale Nabokov.

 

Domenica 25 giugno

Storie di uomini, donne, battaglie e guerre

Anteprima – Alle 17,30 presentazione di “Saltus Marcius” di Pietropaolo Pighini. Il libro ricostruisce la battaglia combattuta nel 186 a.C. tra Liguri Apuani e Romani e molto probabilmente accaduto in Garfagnana sotto Castiglione di Garfagnana.

Alle ore 18 sul palco in piazza Vittorio Emanuele II saliranno gli anziani che ricordano i sette mesi di Linea Gotica. Presentando il libro di Tommaso Teora “Storie di guerra vissuta” (Tra le righe libri), dialogo con Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti. Modera Andrea Giannasi.

 

Chiude la serata una fola di Andrea Campoli il “tatone” ormai da anni riconosciuto come l’ultimo cantore delle storie di un tempo della Garfagnana.

Al termine degustazione di prodotti tipici a cura della condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio.

 

 

 

GLI ASTERISCHI

* Per iscriversi ai workshop scrivere a tralerighelibri@gmail.com Gli iscritti riceveranno – oltre alla merenda – una cartellina personalizzata, bloc-notes e penna e i primi 20 iscritti lo speciale Passaporto dei lettori di Tempo di libri. Costo di iscrizione obbligatorio 10 euro a persona.

** Per info, costi e prenotazioni della cena rivolgersi a Valentina Folegnani.

 

 

OSPITALITÀ

STRUTTURE RICETTIVE CASTIGLIONE DI GARFAGNANA E DINTORNI

 

Agriturismo “Valli”

Loc. Valli – Castiglione di Garfagnana

Antico edificio in pietra ristrutturato, si trova a circa 200 m. dal centro storico circondato dalla

campagna. Disponibili appartamenti indipendenti con più camere ciascuno. Giardino e piscina.

328 9244939

agriturismo.valli@tin.it

http://www.agriturismovalli.it

 

B&B “Il Riolo”

di Sabatini Carmen

Via Riolo – Castiglione di Garfagnana

Tel. 0583/68064

Si trova vicino al centro storico a circa 100 m.

Dispone di una camera da 2/3 posti nell’abitazione della famiglia (bagno privato – mansarda)

 

B&B “A vejo da nonna Rita”

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

Tel. 0583/68174

A circa 600 m dal centro storico

Dispone di tre camere nell’abitazione della famiglia (bagni in comune)

http://digilander.libero.it/nonna_rita

 

B&B “Le Pianacce”

Di Daniela Suffredini

3384571333 – 0583 68403

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

A circa 600 m dal centro storico. Al piano terreno di un ex fabbricato colonico tipico della

Garfagnana, è stato adibito a B&B un piccolo appartamento dotato di ingresso privato, camera,

cucina e bagno indipendente.

 

B&B “Il Casale delle Pianacce”

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

335 527 6629

A circa 600 m. dal centro storico. Ricavato in un fabbricato di antica costruzione, dispone di tre

camere, sala colazioni, terrazza.

http://www.ilcasaledellepianacce.it

info@ilcasaledellepianacce.it

 

Agriturismo “Poderino e Tramonti”

Loc. Poderino – Castiglione di Garfagnana

Appartamenti indipendenti dislocati in due casali, un casale a circa 500 m dal centro storico, l’altro

immerso nella campagna circostante a circa 1 km dal centro storico.

340 8503839 – 0583 68576

http://www.poderinotramonti.it

 

Agriturismo “Fattoria Carpineta”

Loc. Carpineta – Castiglione di Garfagnana

Appartamenti indipendenti. A circa 600 m. dal centro storico, immerso nella campagna.

0583/68510

 

Affittacamere Casale “Le Selve”

Di Pieroni Barbara

Loc. le selve – Castiglione di Garfagnana

347 1883033 – 0583 68019 – info@casaleleselve.it

La struttura, un antico fabbricato in pietra dispone di camere indipendenti e spazi comuni attrezzati.

A circa 1,5 Km dal centro storico, il casale è immerso nei boschi di castagno sopra l’abitato di

Castiglione al quale è collegato anche da sentieri trekking oltre che da una strada sterrata

percorribile in auto.

http://www.casaleleselve.it

 

Ristorante “Il Castello” – Case Vacanza

Loc. Cigiana di sopra – Castiglione di Garfagnana

Si trova a circa 300 m dal centro storico.

Il ristorante pizzeria che dispone anche di piscina, ha disponibilità di camere e case vacanza in

affitto dislocati attorno al ristorante stesso in prossimità del centro storico. Per ulteriori informazioni

contattare la struttura:

0583 68787

Michela: 335 5477619

 

Azienda agrituristica “Il Corniolo”

Loc. le Prade 25 – Castiglione di Garfagnana

A circa 1 Km dal centro storico. Rustico in pietra con due appartamenti indipendenti.

Tel 0583 68705 – 348 3578830

http://www.agriturismoilcorniolo.it

 

“IL CASONE” Centro Turistico, Albergo, Ristorante.

Loc. Casone di Profecchia – Castiglione di Garfagnana

La struttura alberghiera con rinomato ristorante, si trova a circa 15 Km dal centro storico di

Castiglione (circa 30 minuti di auto) sulla strada statale in direzione Passo delle Radici, immersa nei

verdi boschi di faggio dell’appennino Tosco Emiliano ad un’altitudine di 1314 mt sul livello del

mare. L’hotel dispone di 38 camere.

Nella stagione estiva è possibile praticare tennis , trekking, mountain bike, Sci d’erba, calcetto,

equitazione e tanti altri sport all’interno del Centro Turistico o cercare funghi porcini nelle splendide

faggete circostanti.

Tel 0583 649028

http://www.hotelilcasone.it

 

Casa per ferie “Ctg Don Vignali”

Via Fontana 4 , loc. Pian di Cerreto (Castiglione di Garfagnana ).

Telefono 328 9356270 – 0583 666593

La frazione di Pian di Cerreto si trova a circa 2 Km dal centro storico di Castiglione.

La casa per ferie dispone di 26 posti letto, con 4 bagni e 11 docce. sala da pranzo, cucina attrezzata,

sala TV, parcheggio privato, giardino, equitazione a 1 Km. E’ dotata di un ampio parco, ideale sia

per attività ludiche che di campeggio. Camere doppie e multiple con servizi ai piani. Ognuna delle

sei camere può essere adattata a seconda delle esigenze; Tutte possono ospitare da 6 a 8 persone

(eccetto una che invece ha 2 posti letto) su letti a castello e normali. Viene affittata in autogestione

per gruppi (scout, gite ecc.)

 

CASA “LIANA” – casa vacanza

Loc. Liana – Castiglione di Garfagnana

Rustico immerso nella campagna attorno a Castiglione a circa 1 km dal centro storico.

Info e prenotazioni su http://www.booking.comhttp://www.homeaway.it

Link video di presentazione: https://youtu.be/kOJdGxUU5yE

 

STRUTTURE ALBERGHIERE A S. PELLEGRINO IN ALPE

  1. Pellegrino in Alpe, che dista a circa 17 km da Castiglione (30/35 minuti in auto) è il paese abitato

posto alla maggiore altitudine dell’intera catena montuosa appenninica ed è adagiato su uno dei

versanti dell’Alpe di San Pellegrino (1525 m s.l.m.). Il paese si sviluppa attorno al “Santuario di San

Pellegrino” attualmente visitabile ed in ottimo stato di conservazione. Nel paese è allestito, vicino al

santuario, un museo dedicato alla civiltà contadina locale. Da San Pellegrino in Alpe si gode di un

ampio panorama sulla Garfagnana e sulle Alpi Apuane.

 

LA TAVERNA DEL PELLEGRINO

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

Ospitalità, ristoro e vendita diretta prodotti tipici della montagna. Disponibili due appartamenti in

affitto “a notte” dotati di cucina, e ciascuno in grado di ospitare fino a 6 persone.

info@tavernadelpellegrino.it

http://www.tavernadelpellegrino.it

 

ALBERGO Ristorante “L’APPENNINO” da Pacetto

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

0583 649069

 

ALBERGO Ristorante “L’ALPINO”

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

0583 649068

 

ALTRE STRUTTURE RICETTIVE NELLE VICINANZE DI CASTIGLIONE

“La Lanterna” Hotel Ristorante

Loc. Le Monache Piano Pieve – Castelnuovo di Garfagnana

A circa 3 Km da Castiglione di Garfagnana

Telefono 0583.639364

www.lalanterna.eu

 

 

 

L’ottava edizione del Leggere Gustando festival bioletterario

 

Dal 23 al 25 giugno tre giorni di Leggere Gustando a Castiglione di Garfagnana. Il festival bioletterario, nato nel 2010 in Garfagnana, vedrà tra gli ospiti dell’ottava edizione Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini, Daniela Simi, Vincenzo Pardini, Caterina Frustagli, Alberto Chicayban, Piergiorgio Leaci, Tommaso Teora, Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti, Pietropaolo Pighini, Foscolo Nicolini, Andrea Campoli.

 

http://www.prospektiva.it/index.php/Leggere_Gustando_2017

leggere-gustando-2017.jpg

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

La Garfagnana editrice e i suoi libri al 29° Salone Internazionale del Libro di Torino

tralerighe-salonelibroTorino2016

La Garfagnana editrice e i suoi libri al 29° Salone Internazionale del Libro di Torino

 

Il 29° Salone Internazionale del Libro di Torino si svolgerà a Lingotto Fiere da giovedì 12 a lunedì 16 maggio 2016 e il tema conduttore di questa edizione è quello delleVisioni.

Il Salone con questo vuol dare ospitalità alle esperienze di chi ha la capacità di guardare lontano, di darsi e vincere sfide che sembravano impossibili, di lavorare nel futuro e per il futuro attuando progetti forti, basati su una conoscenza vera. Ma anche sul patrimonio letterario, artistico e filosofico che costituisce la nostra identità culturale, e dunque nell’indispensabile saldatura tra cultura scientifica e cultura umanistica.

Per questo Lucca e la Toscana non potevano mancare. Per il sedicesimo anno consecutivo sarà possibile trovare i libri di Tra le righe, della Garfagnana editrice e incontrare gli ebook di Argot allo stand D68 al padiglione 1.

Per cinque giorni autori da tutta Italia avranno il proprio spazio nel contenitore culturale più importante del nostro paese e potranno incontrare altri autori e confrontarsi sulla necessità di fare libri come pietre d’angolo.

Ecco la Visione di Tra le righe, che con gli altri marchi editoriali del gruppo lucchese, porterà al salone dieci novità editoriali. Tra queste i saggi su Pessoa e il difficile confine tra genialità e follia di Stefano Lattari; su Primo Levi e la necessità di creare nuovi linguaggi per raccontare la Shoah di Caterina Frustagli; e ancora “Pietro dei Colori” il libro che Normanna Albertini ha scritto ricostruendo la vita di Pietro da Talada; e poi ancora “Fame di guerra le ricette del poco e del senza” di Simonetta Simonetti, il diario di un prigioniero italiano degli inglesi tra il 1940 e il 1946 di Angela Giannitrapani, i “Materiali Resistenti” di Prospektiva cinquantotto, un libro sulla vita di una partigiana francese in Italia di Virginio Monti, il monumentale libro con 108 testimonianze di guerra vissuta di altrettanti anziani curato da Tommaso Teora.

Saranno tante le novità allo stand D68 nel quale sarà possibile acquistare libri ricevendoli in buste del pane con su scritto proprio: Libri come pane. Perché i libri sono veramente necessari come il pane.

Lunedì 16 maggio spazio anche ai festival letterari. Alle ore 13 in sala Avorio si terrà infatti la presentazioni dei programmi dei Festival 2016 con Andrea Giannasi, Massimo Lerose, Gianluca Pitari, Piero Pacchiarotti e molti amministratori dei territori. Dal festival della Letteratura per ragazzi che si svolgerà a Gallicano (Lucca) dal 18 al 21 maggio; al Leggere Gustando (Castiglione di Garfagnana 8/9/10 luglio); Tra le righe di Barga (14/15/16/17 luglio); Festivaletteratura di Calabria (29/30/31 luglio); Terracina Book festival (9/10/11 settembre); Un mare di Lettere a Civitavecchia ( 30 settembre 1 e 2 ottobre); Garfagnana in Giallo (24/25/26/27 novembre). Gli eventi rientrano nel progetto Città del libro del Ministero dei Beni culturali e del Centro per il libro e la lettura.

Al Salone del libro il focus internazionale sarà dedicato alla letteratura dei Paesi Arabi. Mentre verranno celebrati tanti anniversari: da Shakespeare e Cervantes fino a Natalia Ginzburg. Saranno presenti oltre 1000 editori provenienti da tutta Italia e sono attesi – come nelle precedenti edizioni – oltre 300.000 visitatori.

Tra le righe, della Garfagnana editrice e Argot vi aspettano dal 12 al 16 maggio allo stand D68 Padiglione 1.

Info per venire al Salone come visitatore, con le scuole, per gli accrediti professionali, è possibile averle visitando il sito www.salonelibro.it

 

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Normanna Albertini ospite in Senato con “Sulle spalle delle donne”

Successo al Senato per il libro “Sulle spalle delle donne” di Normanna Albertini edito da Garfagnana editrice

normanna-albertini-roma-garfagnana-editrice

E’ stata una festa delle donne differente per la scrittrice Normanna Albertini che ha presentato il proprio libro “Sulle spalle delle donne” (Garfagnana editrice) in Senato a Roma con le senatrici Anna Finocchiaro, Maria Teresa Bertuzzi e Leana Pignedoli.
Durante l’evento in sala Nassiriya l’autrice ha letto alcuni brani e trovato conclusioni che legano la donna alla terra, all’ancestrale bisogno di maternità e di continuità, tra gesti tramandati e ripetuti nei secoli, di antichi saperi e rinnovati sapori. “Non so perché, né da dove le fossero giunti – leggiamo nel suo prezioso libro – ma mia nonna Eva aveva due vasi di oleandri che, con i primi freddi, finivano al riparo in uno scantinato della ‘casa vecchia’, insieme al sedano, accuratamente levato dall’orto e interrato in un mastello riempito di sabbia, così da conservarsi – bianco e turgido – per l’inverno. I cavolfiori e le verze, al contrario, come teste dormienti di creature silvane – elfi o folletti – restavano nell’orto; le rugose verze, bollite con le ossa del maiale e il riso, sarebbero diventate, nei mesi seguenti, un ottimo piatto invernale. Che poi, se ci aggiungevi l’uovo sbattuto con un bel po’ di parmigiano grattugiato (la tridüra), il sapore guadagnava indicibili vette di piacere”.
Nel suo intervento Normanna Albertini ha parlato di terre di crinale sugli Appennini tra la Garfagnana e il reggiano, tra genti in movimento, transumanti e con identiche tradizioni. Le castagne come il pane e poi la vacca nella stalla, il mulo come mezzo di trasporto e la fatica delle donne che hanno sulle spalle la vita di un’intera famiglia.
I racconti sono quelli di una bambina che cresce in un ambiente contadino dove non si buttava via nulla e dove l’arte del riciclo e del riuso è arte di vita.
Un successo dunque per Normanna Albertini e per la Garfagnana editrice con una novità. La scrittrice reggiana, esperta del pittore Pietro da Talada sta per uscire in libreria con la riedizione del bellissimo libro “Pietro dei colori”, che edito da Tra le righe libri, sarà presentato a maggio al Salone Internazionale del libro di Torino.
La presentazione del libro in Senato a Roma rientrava nel programma ‘Donne di terra e di orizzonti, Agricoltura tra tradizione e innovazione’ organizzato dalla vicepresidente della commissione Agricoltura Leana Pignedoli. Erano presenti imprenditrici da tutta Italia e i vertici femminili di CIA e altre realtà associative in ambito nazionale.
L’iniziativa era coordinata dalla senatrice Maria Teresa Bertuzzi, capogruppo Pd in commissione Agricoltura e le conclusioni sono state affidate ad Anna Finocchiaro.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Yellow kid non dimentica gli amici

yellow kid

 

Il 2015 è stato un anno di corsa per le case editrici Tra le righe libri e Garfagnana editrice. Sono state organizzate 82 presentazioni tra Roma, Cagliari, Catanzaro, Torino, Lecce, Lucca, Firenze, Bologna e molte altre città sparse in tutta la penisola. Otto i festival letterari curati per un totale di 24 giorni tra Toscana, Puglia, Calabria e Lazio. Cinque i giorni passati al nostro stand al Salone Internazionale del libro di Torino.

I due marchi editoriali hanno edito 30 libri tra storia e narrativa.

I libri usciti per Tra le righe sono stati 26, mentre 4 quelli con Garfagnana editrice.

Questi in sintesi i numeri da record di due piccole realtà editoriali che da 3 anni stanno lavorando con un ampio respiro.

Sono stati siglati alcuni importanti accordi in merito alla distribuzione con Fastbook ha permesso ai libri del catalogo di entrare in Feltrinelli e Librerie Coop, mentre nel campo internazionale è stato chiuso l’accordo con Amazon.

Il 2016 si apre con tante nuove sfide e la prima riguarda proprio il colosso americano e gli ebook. Due segmenti che Tra le righe libri e Garfagnana editrice intendono percorrere al galoppo.

Oggi Tra le righe libri ha 43 titoli in catalogo; Garfagnana editrice ne ha 38. In totale fanno 81 piccoli “soggetti” vivi, pulsanti, da amare e odiare come si deve fare con i libri che solo così possono entrare dentro di noi fino in fondo.

In uscita tra gennaio e febbraio 2016 già 6 titoli con la prima e 3 con la seconda. Tante piccole pietre d’angolo a combinare insieme qualcosa di prezioso.

 

Segui Tra le righe libri www.tralerighelibri

E Garfagnana editrice www.garfagnana-editrice.it

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

L’antologia del Garfagnana in giallo 2015

In Italia si chiama giallo per via di Lorenzo Montano, che nel 1929 ideò per Arnoldo Mondadori una collana usando il coloystery, di detective story o detective novel, di crime o crime story.
Le lingue slave usano tutti questi termini: detectivnji roman (in russo), detektivski roman (in  sloveno, abbreviato in detektivka), detektivní román (in ceco, abbreviato anche qui in detektivka) ma usano anche kriminal (polacco parlato) e dicono ancora roman tajn (romanzo-mistero, russo) e ancora cernà knihovna (biblioteca nera), o powiesc sensacjna (storia a sensazione, polacco).

Noi lo chiamiamo semplicemente Garfagnana in Giallo.

garfagnana-giallo-antologia2015-5

In questa antologia del Garfagnana in Giallo troverete i racconti:
“La preda” di Maurizio Polimeni; “Le colpe dei padri” di Gian Luca Campagna; “Solo andata” di Emiliano Bezzon e Cristina Preti; “200 millisecondi” di Giuliana Ricci; “Dischi di cartone” di Lidia Del Gaudio; “Odore di mistero in Appennino” di Primetta Suffredini; “Sotto l’ala della civetta” di Claudio Sergio Costa; “Il signor  Zirconio e la Strada Statale  63” di Elisa Tosi; “Born to run” di Luca Occhi; “Cronaca nera” di Antonella Pellegrinotti; “Nighthawks” di Riccardo Landini; “Morte vista lago” di Marina Bertamoni;   “Maresciallo, sa com’è?” di Bruna Baldini; “In fondo al lago” di  Gabriella Grieco; “Michele” di Iacopo Riani; “Il bibliotecario” di Pietropaolo Pighini; “Ufo sulle Apuane” di Francesco Pellegrinetti; “Villa fiorita” di Lorena Lusetti; “Garfagnana in nero” di Luca Zambelli; “Mai autostop a ferragosto” di Renzo Lambertini; “Peppo” di Franca Giaroni; “Un attimo di buio” di Gabrio Franchi; “Omicidio alle terme” di Marco Bonini; “Il Pianista” di Maria Pia Pieri.

In copertina fotografia di Alessandro Giuliani.

http://www.ibs.it/code/9788897973270//antologia-criminale-garfagnana.html

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Un semplice caso d’omicidio

 

pierotti-copertina2

Sono gli anni dell’immediato dopoguerra in un paese della Garfagnana: Trassilico. Gli abitanti cercano di ritrovare la serenità necessaria per ricominciare a vivere. Il lavoro nei boschi, alla teleferica, o nei campi per un magro raccolto, assieme al recupero di antiche tradizioni come “Il maggio”, servono anche per dimenticare le sofferenze che l’aver vissuto sulla Linea Gotica ha procurato. Il ritrovamento del corpo senza vita del giovane Oreste, rimette in crisi il fragile equilibrio faticosamente raggiunto. È il maresciallo Tiberio Bertini, di Gallicano, che deve risolvere quello che appare come un semplice caso d’omicidio. La realtà, come sa bene anche il maresciallo, è sempre diversa da come appare a prima vista. Accompagnato dalla moglie, che approfitta dei viaggi del marito verso il paese dai panorami incantevoli, per addolcire le amarezze di un matrimonio che si sta logorando, mette a nudo i conflitti e le miserie che affliggono anche una comunità così piccola. La presenza notturna di un essere malefico, annunciatore di morte, contribuisce a turbare gli animi, ma non Tiberio, che troverà il colpevole, anche se avrebbe preferito non farlo.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized

Leggere gustando: il festival bioletterario in Garfagnana con Pino Scaccia, Beppino Englaro e Francesco Recami

englaro recami scaccia

Leggere gustando: la sesta edizione del festival bioletterario dal 10 al 12 luglio con Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami

Dal 10 al 12 luglio si svolgerà a Castelnuovo di Garfagnana sotto il Loggiato Porta, la sesta edizione del festival bioletterario “Leggere gustando”, con tanti scrittori e tra gli ospiti Beppino Englaro, Pino Scaccia e Francesco Recami.

L’evento, patrocinato dal Comune di Castelnuovo, che riunisce i lettori della valle, è organizzato da Tra le righe libri e Garfagnana editrice.

Il “Leggere gustando” fa parte della rete dei festival letterari di Prospektiva.

I partner di riferimento sono Slow Food Garfagnana Valle del Serchio, La Libreria di Crudeli e La Libreria Magnani.

Il programma prevede il 10 luglio l’anteprima alle 21 con gli scrittori Simonetta Simonetti, Monica Dini, Normanna Albertini e Roberto Andreuccetti, che presentano i loro ultimi libri confrontandosi con l’esercizio della scrittura.

Alle 21.45 Beppino Englaro parla del libro “La vita senza limiti. La morte di Eluana in uno stato di diritto” (Rizzoli). Modera Andrea Giannasi.

Il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro moriva. Ci sono voluti 6233 giorni perché il padre potesse liberarla e dirle addio; diciassette anni di vita sospesa fra la vita e la morte, durante i quali Beppino Englaro ha lasciato il suo lavoro e si è immerso nelle carte. Ha studiato codici e regolamenti, ha partecipato a convegni e incontrato politici, giuristi e teologi, nel tentativo di capire come dar voce alla figlia e far rispettare la sua volontà percorrendo sempre la strada della legalità. I suoi sono stati anni senza tregua, senza pause, senza possibilità di fuga o di riparo dalla violenza di una vita artificiale imposta a Eluana da uno Stato etico, che può arrivare a privare delle libertà fondamentali i suoi stessi cittadini. In questo libro l’autore rievoca i ricordi e le lettere di sua figlia e ripercorre gli ultimi mesi della vita di lei anche attraverso la propria storia di uomo riservato, costretto dagli eventi a farsi portavoce di un popolo silenzioso che ogni giorno, negli ospedali, si pone domande semplici e aspetta risposte umane, e viene invece abbandonato dalla politica in un limbo di sofferenza. Una battaglia in cui Englaro è tuttora impegnato perché la libertà di cura sia un valore collettivo, perché la legge rispetti l’individuo e non dia a altri se non a lui stesso il diritto di decidere della propria salute.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana.

Sabato 11 luglio alle ore 21 saliranno sul palco per parlare di “storie di guerra” Grazia Lucchesi, Marco Vignolo Gargini, Ciro Pinto e Daniele Lazzarini. Tra partigiani in Garfagnana, combattenti nella Prima Guerra mondiale, storie di guerra ai civili e l’orrore indimenticabile di Auschwitz gli ospiti incontreranno i lettori in un viaggio senza fine.

Alle 21.45 lo storico inviato del Tg1 della Rai Pino Scaccia presenterà “Armir. Sulle tracce di un esercito perduto” (Tra le righe libri), un saggio che ricostruisce la storia della tragedia degli alpini e dei fanti italiani nel gennaio 1943 in Unione Sovietica.

«Sono un russo che abita nella regione di Voronetz, dove voi italiani state cercando i resti dei soldati morti durante la guerra tra Unione Sovietica e la Germania, cinquant’anni fa. Vorrei aiutarvi perché sono stato testimone di ciò che è successo durante la vostra ritirata e conosco tante fosse dove i prigionieri italiani sono stati sepolti. Ce ne sono centinaia: quante siano esattamente nessuno lo sa e non lo saprà mai perché il tempo le ha cancellate». Un viaggio sulle tracce dell’Armir, l’armata italiana dispersa in quella che oggi è l’Ucraina. Tra gli archivi finalmente aperti dei ministeri sovietici e sui luoghi della disastrosa marcia del Davaj. Pino Scaccia ha dato risposte dopo tanto tempo a tremila delle ottantamila famiglie dei dispersi e ogni volta è stato un pugno allo stomaco, scoprendo il miracolo di chiudere un dubbio.

Degustazione di vini, pane e salumi a cura di Slow Food Garfagnana.

Domenica 12 luglio alle 21 anteprima con Beppe Calabretta, Rossana Giorgi Consorti e Italo Pierotti alla ricerca dei legami tra la scrittura e i territori: in primo piano Lucca, e due piccoli paesini in Garfagnana e in Calabria.

Alle 21,45 Francesco Recami presenta “Piccola enciclopedia delle ossessioni” (Sellerio).

“Una spolverata di cinismo, un pizzico abbondante di perfidia, una macinata di comicità sfumata al nero”. È quanto scrive Santo Piazzese pensando a Recami, e descrive idealmente la commedia umana tratteggiata dallo scrittore fiorentino in questa raccolta di racconti, vero e proprio catalogo di caratteri esemplari, specchio deformante e disvelatore dell’indole nazionale. Attraverso narrazioni che si rifanno alla commedia all’italiana, alla novella esistenzialista, al racconto iperreale, Recami sviluppa una satira comica e feroce dei vezzi e dei vizi, dello snobismo e del pressappochismo di quell’affollato condominio a forma di stivale in cui farsa e tragedia si alternano senza interruzione. E su tutto domina un sentimento universale, che accomuna i personaggi di ogni ordine e grado: l’ansia, la preoccupazione, la nevrosi pungente, l’agitazione tremebonda, l’insicurezza mascherata da precisione maniacale, la persuasione delirante di essere nel giusto, insomma quell’atmosfera emotiva in cui ognuno di noi è quotidianamente immerso.

Durante l’evento degustazione di prodotti tipici della Garfagnana a cura di Slow Food Garfagnana.

Il Leggere gustando dunque il festival bioletterario giunto alla sua sesta edizione con grandi ospiti, grandi temi e tanti lettori pronti ad incontrare tanti e nuovi libri.

E la Garfagnana come luogo. Un luogo, secondo le definizioni enciclopediche, è parte di uno spazio delimitato, considerato in funzione di ciò che in esso si colloca: dunque luogo reale, immaginario; della memoria. Ma anche luogo inteso come l’ovunque.

Il luogo è anche posto definito, una parte della superficie terrestre con particolari caratteristiche; ma anche un luogo pubblico dove tutti possono entrare oppure un luogo privato o molto più intimo e personale. Come luogo dell’anima.

Poi ci sono dei luoghi che hanno tutti questi elementi sovrapporti, fusi, sommati.

Uno di questi luoghi è la Garfagnana, che vive con il festival bioletterario Leggere Gustando giorni di intensa scoperta di nuovi luoghi.

http://www.prospektiva.it/leggeregustando.htm

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

Leggere gustando festival bioletterario

leggere-gustando-2014-A

LEGGERE GUSTANDO Festival Bio-Letterario 27/28/29 giugno 2014 Castelnuovo di Garfagnana

Da venerdì 27 a domenica 29 giugno 2014 si terrà a Castelnuovo di Garfagnana, presso la Piazzetta Ariosto, il festival bioletterario “Leggere gustando”. L’evento promosso dalla rivista Prospektiva (la rete dei Festival letterari) avrà la collaborazione di Prospettiva editrice, di Tra le righe libri, di Garfagnana editrice, la fattoria didattica “Lo spaventapasseri” e di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio; il patrocinio del Comune di Castelnuovo di Garfagnana. L’evento rientra nei progetti degli Stati Generali della Garfagnana Terre del Serchio. Main sponsor Gino Guidi Costruzioni. Media partners La Nazione, NoiTv, Il Giornale di Castelnuovo. La bibliolibreria sarà curata da La Libreria di Castelnuovo, dalla Libreria Magnani, dalla Libreria Poli di Barga.

Ecco il programma:
Venerdì 27 giugno

Ore 20,30 – Inaugurazione del Leggere Gustando alla presenza del sindaco Andrea Tagliasacchi.
A seguire Un popolo in cammino: dalla via del Volto Santo all’emigrazione. Intervengono Amedeo Guidugli autore del saggio “Sul cammino del Volto Santo” (Garfagnana editrice) e Pietro Luigi Biagioni, direttore della Fondazione “Paolo Cresci” per la storia dell’emigrazione italiana. Modera Andrea Giannasi.

Ore 21,00 – Sentieri sociali: idee per la Garfagnana
“Come far nascere un manifesto programmatico culturale, sociale e civile e sul come disegnare il futuro della nostra terra”.
Saranno presenti: Alessandro Figaro dell’Ass. I custodi del piano, Fornaci 2.0, Unitre Barga, Unitre Castelnuovo, Emilio Bertoncini Orti scolastici, L’Arca della Valle con Sonia Ercolini, la Piccola Agricola, Adolfo Da Prato del trekking di Gallicano, Umberto Bertolini per le scuole, Alessio Pedri di Slow Food, Alessandro Pedreschi per la Motomerenda, Silvia Petruzzelli di Olos, Elena Bertoli Gas Barga, Luigi Lucchesi ProLoco di Castiglione, Roberto Andreuccetti per il frantoio di Valdottavo, Andrea Bertucci per i prodotti eccellenti, Gas Castelnuovo, e molti altri ancora pronti a raccontare le proprie esperienze da condividere.
Durante l’evento degustazione con biroldo della Garfagnana e e pane di patate. Vini “Fopola”e “Polla” de I poderi di Garfagnana dai vigneti di Fosciandora, Riana e Camporgiano. A cura di Garfagnana Slow Food e Valle del Serchio. Bibliolibreria a cura de La Libreria di Castelnuovo.
Sabato 28 giugno

Ore 20,30 – Narrazioni di guerra
Bruno Giannoni autore di “Ipotesi di famiglia” (Tra le righe libri), Tommaso Teora curatore del libro “Racconti di guerra vissuta” (Banca dell’Identità e della memoria della Garfagnana), Roberto Andreuccetti curatore del libro di Giuseppe Giambastiani “Memorie di prigionia” (Tra le righe libri), Claudio Orsi curatore del libro “Da rastrellati a partigiani” (Tra le righe libri) parlano dell’esigenza di ricordare.

Ore 21,00 – Scrittura femminile
Secondo Lidia Ravera la grande differenza tra scrittura maschile e scrittura femminile è sostanziale: “Le donne si sottomettono, cedono al racconto, si fanno orecchio, riproducono rumori e sentimenti, emozioni, e ogni minimo dettaglio di paesaggio interiore ed esteriore (…). Gli uomini invece si difendono dal narrare, strutturano, edificano, ingombrano di idee, puntellano e fortificano con digressioni ed erudizioni, non cedono, più difficilmente si lasciano possedere dal fluire affascinante della vita.” (Panta, Bompiani).
Ne parlano Simonetta Simonetti autrice del libro “Profumi” (Tra le righe), Silvia Redini e Brunella Bertoni che hanno scritto “La terza via” (Garfagnana editrice), Patrizia Bartoli coautrice di “Nove galline e un gallo “(Collezioni Reggiane).
Modera Andrea Giannasi. Interventi della giornalista Barbara Pavarotti e temi dirompenti del giornalista de La Nazione Mario Rocchi
Durante l’evento degustazione con miele, marmellate e formaggi della Garfagnana. A cura di Garfagnana Slow Food e Valle del Serchio.
Bibliolibreria a cura de la Libreria Magnani di Castelnuovo.

Domenica 29 giugno
Giochi antichi e corsa con i carretti a Le Lame

Dalle ore 10 presso la Fattoria didattica “Lo spaventapasseri” si svolgerà la prima gara dei Carretti e giochi antichi.
Evento in collaborazione con l’Associazione il Sogno, la Federazione italiana Carts, Metaltek corse.
Nel corso della giornata attività didattiche:  conoscenza dei vari tipi di carretto vecchi e moderni, costruzione di un carretto, prove pratiche e gara, giochi antichi per grandi e piccini, visita alla fattoria degli animali, degustazione in fattoria.
Costo iscrizione: 15 €. Prenotazione obbligatoria: 328 6984822 Barbara

Piazzetta Ariosto
Ore 20,30 – Scrivere. Ne parlano Alessandro Trasciatti autore de “Il dottor Pistelli” e Alessandro Ferri con “Pregare, pregare, pregare”.

Ore 20,30 – Nel silenzio dello spogliatoio: racconti di calcio
Marco Vignolo Gargini e Pietro Paolo Angelini attraverso i protagonisti del mondo del grande e piccolo calcio presenteranno i libri “Caldiodangolo” (Prospettiva editrice) e “Pietro Ivano Sarti 1940-1993. Una vita per la scuola e lo sport” (pubblicato nei Quaderni della Collana della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana).
Durante l’evento degustazione di “Tipici atipici” con formaggi e pane, degustati con birra di farro di Petrognola. A cura di Garfagnana Slow Food e Valle del Serchio.
Bibliolibreria a cura della Libreria Poli di Barga.

www.prospektiva.it

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio

La valle del bello e del Buono al Salone Internazionale del libro di Torino

piacere-torino-14 copiaIl Bene. Questo il tema della 27° edizione del Salone Internazionale del libro di Torino che si terrà al Lingotto fiere dall’8 al 12 maggio.
Il Bene inteso come implicazione filosofica, etica, storica e ovviamente letteraria. Come concetto di Bene Comune, ma anche – seguendo le note di Primo Levi – “lavoro ben fatto”, per riscoprire la cura artigianale nel “fare” libri.
Il Paese ospite di questa edizione sarà la Santa Sede con uno spazio espositivo che ripresenta il selciato di Piazza San Pietro.
E come ogni anno, dal 2001, al Padiglione 1 Stand D18 sarà presente la Garfagnana tra libri, incontri, presentazioni, video interviste e importanti ospiti. Tra questi i libri della Banca e dell’Identità della Memoria dell’Unione dei Comuni della Garfagnana, Tra le righe libri e la condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, che presenterà degustazioni dei prodotti tipici del territorio come il biroldo, la mondiola, il formaggio pecorino, il pane di patate, la bitta di Petrognola e molto altro ancora.
“Per il secondo anno consecutivo – ci ha ricordato Andrea Giannasi che va a Torino da 13 anni e che cura lo stand – andiamo al Salone che ogni anno ospita 350.000 visitatori che amano leggere, informarsi, conoscere e scoprire nuove cose. Presenteremo i libri del nostro territorio, abbinandoli a degustazioni e assaggi unendo la qualità del gusto alla qualità della storia che si fa libro. Quest’anno lavoreremo sulla memoria partendo proprio dall’ultimo libro della Banca dell’Identità e della Memoria, diretta da Francesco Pinagli e curata da Patrizia Pieroni, nel quale Tommaso Teora ha raccolto quasi 150 testimonianze di anziani che ricordano gli orrori della guerra. Ci sarà tanta Garfagnana dunque e non saranno solamente libri. All’evento ci sarà modo di incontrare scrittori, editori, giornalisti che poi vorremmo invitare a Castelnuovo, a Barga e in altri bei luoghi della nostra valle. E dal cassetto – ha concluso Giannasi – faremo uscire un nuovo progetto letterario.”
Durante la cinque giorni letteraria in sala stampa verranno presentati i Festival letterari 2014 di Prospektiva: dal Terracina Book festival al Festivaletteratura di Calabria, dal Leggere Gustando al Tra le righe di Barga, da Un mare di lettere di Civitavecchia a Incipit di Lecce, per finire con il Garfagnana in Giallo.
Sarà possibile seguire il Salone Internazionale del libro di Torino con l’hashtag #insideprospektiva tramite Twitter, Facebook e il blog della rivista letteraria.

Lascia un commento

Archiviato in Garfagnana editrice Archivio, Uncategorized